Grano d'Aprile

Vittoria Coppola

Cos’è Grano d’Aprile

15042013145320_sm_3799

Grano d’aprile è un ricordo di bambina.

Quella musica è nelle mie orecchie, così come le mani sul mio pianoforte.

Ho immaginato due occhi color grano che leggono un libro. Appartengono ad una bambina che scopre per la prima volta la bellezza delle pagine. Ma anche ad una giovane donna, innamorata dell’uomo con cui trascorrerà la sua vita.

Quegli occhi sono di un bambino che guarda suo padre, mentre ascolta curioso la sua voce piena che gli legge una favola poco prima di addormentarsi.

E sono anche di quel padre, che ritorna a casa dopo aver passato la giornata a guadagnarsi da vivere.

Gli occhi di grano sono speciali, specchio d’anima buona che non conosce invidia o cattiveria.

Grano d’aprile è lo spazio aperto alla mia passione per i libri, in cui condividerò le mie letture con chi di voi vorrà seguirmi.
E vi racconterò di altri scrittori e scrittrici, che ho avuto la fortuna di incontrare e che ho guardato con i miei occhi.

Grazie di cuore.

Vittoria

 

15 aprile 2013

© Riproduzione Riservata
Tags

Vittoria Coppola

Nata in Salento, splendido territorio in cui tutt’ora vive e lavora.
Per diversi anni ha lavorato nel settore turistico, che continua a seguire con passione e interesse.
Ha due romanzi all’attivo. Il primo – “Gli occhi di mia figlia” – grazie ai lettori che lo hanno sostenuto, nel 2012 ha vinto l’annuale concorso-sondaggio del Tg1 “Il libro dell’anno lo scegli tu”-Billy il vizio di leggere.
Il secondo romanzo è uscito nel novembre 2012, si intitola “Immagina la gioia”. Ad oggi è alla terza ristampa.
Entrambi sono editi da Lupo Editore.
Nel luglio 2012 ho ricevuto il Premio Nazionale Vrani per la Cultura.

Utenti online