Grano d'Aprile

Vittoria Coppola

Dedicato a chi ama, vive, e ama vivere

03072014112754_sm_8121

Questa mattina mi sono imbattuta in queste parole:

‘La vita – è il solo modo per coprirsi di foglie, prendere fiato sulla sabbia, sollevarsi sulle ali; essere un cane, o carezzarlo sul suo pelo caldo; distinguere il dolore da tutto ciò che dolore non è; stare dentro gli eventi, dileguarsi nelle vedute, cercare il più piccolo errore. Un’occasione eccezionale per ricordare per un attimo di che si è parlato a luce spenta; e almeno per una volta inciampare in una pietra, bagnarsi in qualche pioggia, perdere le chiavi tra l’erba; e seguire con gli occhi una scintilla di vento; e persistere nel non sapere qualcosa d’importante.’

Sono parole bellissime di Wislawa Szymborska, poetessa, che oggi avrebbe compiuto 91 anni.

Le dedico ai miei lettori, a chi mi segue attraverso questo blog. A chi mi cerca nei miei libri. A chi attende la nuova pubblicazione.

E a chi ama. Vive. E ama vivere.

Buona giornata.

 

Vittoria Coppola

3 luglio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti

Vittoria Coppola

Nata in Salento, splendido territorio in cui tutt’ora vive e lavora.
Per diversi anni ha lavorato nel settore turistico, che continua a seguire con passione e interesse.
Ha due romanzi all’attivo. Il primo – “Gli occhi di mia figlia” – grazie ai lettori che lo hanno sostenuto, nel 2012 ha vinto l’annuale concorso-sondaggio del Tg1 “Il libro dell’anno lo scegli tu”-Billy il vizio di leggere.
Il secondo romanzo è uscito nel novembre 2012, si intitola “Immagina la gioia”. Ad oggi è alla terza ristampa.
Entrambi sono editi da Lupo Editore.
Nel luglio 2012 ho ricevuto il Premio Nazionale Vrani per la Cultura.

Utenti online