Grano d'Aprile

Vittoria Coppola

Giovanni Falcone, una montagna di dignità

23052014093235_sm_7583

Giovanni Falcone ha sostenuto che per sconfiggere la mafia non si dovesse pretendere eroismo da inermi cittadini, bensì, unione e impegno da parte delle istituzioni.

Giovanni Falcone ha considerato la mafia un fatto umano, e in quanto tale, destinata a finire.

Giovanni Falcone ha vissuto nella legalità perseguendo la strada della trasparenza d’animo.

Si è limpidi quando si hanno dentro i valori migliori.

Non è stato un incosciente, ma un coraggioso. Non è stato un illuso, ma un lavoratore.

Falcone non ha piegato la testa di fronte a un fatto ‘terribilmente serio’.

E’ morto una sola volta, come succede a chi cammina a testa alta.

E vive sempre, ovunque esista l’onestà del cuore.

Vittoria Coppola

23 maggio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Tags

Vittoria Coppola

Nata in Salento, splendido territorio in cui tutt’ora vive e lavora.
Per diversi anni ha lavorato nel settore turistico, che continua a seguire con passione e interesse.
Ha due romanzi all’attivo. Il primo – “Gli occhi di mia figlia” – grazie ai lettori che lo hanno sostenuto, nel 2012 ha vinto l’annuale concorso-sondaggio del Tg1 “Il libro dell’anno lo scegli tu”-Billy il vizio di leggere.
Il secondo romanzo è uscito nel novembre 2012, si intitola “Immagina la gioia”. Ad oggi è alla terza ristampa.
Entrambi sono editi da Lupo Editore.
Nel luglio 2012 ho ricevuto il Premio Nazionale Vrani per la Cultura.

Utenti online