Grano d'Aprile

Vittoria Coppola

I lettori sanno, leggono, sentono

18052013111916_sm_4069

Questa mattina sono in Sicilia.
La splendida terra del sud mi ospiterà ancora una volta.
Immagina la gioia sarà presentato a Furci Siculo, Sant’Alessio Siculo, Santa Teresa di Riva.

Scrivo romanzi con amore, percepisco sulla pelle – giorno dopo giorno – quanto sia affascinante e complesso questo mestiere.
Gli incontri con i lettori sono i momenti più alti. Le vere fortune.

I lettori sono attenti, è escluso poterli ingannare.
Loro sanno, leggono e sentono, soprattutto.

L’autenticità, l’onesta e la voglia di condividere sono aspetti imprescindibili.

 

Leggere, leggere sempre.
Ascoltare – col cuore – un libro. Sentirlo proprio.
Capire che dietro le pagine e le parole c’è il mondo interiore di un autore che è persona, non personaggio.
Lunga vita ai lettori. Lunga vita ai libri.

© Riproduzione Riservata

Vittoria Coppola

Nata in Salento, splendido territorio in cui tutt’ora vive e lavora.
Per diversi anni ha lavorato nel settore turistico, che continua a seguire con passione e interesse.
Ha due romanzi all’attivo. Il primo – “Gli occhi di mia figlia” – grazie ai lettori che lo hanno sostenuto, nel 2012 ha vinto l’annuale concorso-sondaggio del Tg1 “Il libro dell’anno lo scegli tu”-Billy il vizio di leggere.
Il secondo romanzo è uscito nel novembre 2012, si intitola “Immagina la gioia”. Ad oggi è alla terza ristampa.
Entrambi sono editi da Lupo Editore.
Nel luglio 2012 ho ricevuto il Premio Nazionale Vrani per la Cultura.

Utenti online