Grano d'Aprile

Vittoria Coppola

Le librerie, un mondo incantato

02052013150604_sm_3928

Leggo un po’ ovunque della chiusura di librerie, indipendenti, italiane ma non solo, persino storiche.

 

Mi soffermo a rifletterci per più di un motivo.

 

Certo, io sono una scrittrice, e le librerie sono la casa delle mie creature.

 

Ma non è solo questo.

 

Le librerie sono luoghi che custodiscono sogni. Interi mondi.

 

Sin da quando ero bambina, vedo le librerie come scrigni delle mille possibilità.

Come si può immaginare di non aiutarle a superare questo momento di crisi?

 

Chiude una libreria? Chiude un mondo incantato.

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti

Vittoria Coppola

Nata in Salento, splendido territorio in cui tutt’ora vive e lavora.
Per diversi anni ha lavorato nel settore turistico, che continua a seguire con passione e interesse.
Ha due romanzi all’attivo. Il primo – “Gli occhi di mia figlia” – grazie ai lettori che lo hanno sostenuto, nel 2012 ha vinto l’annuale concorso-sondaggio del Tg1 “Il libro dell’anno lo scegli tu”-Billy il vizio di leggere.
Il secondo romanzo è uscito nel novembre 2012, si intitola “Immagina la gioia”. Ad oggi è alla terza ristampa.
Entrambi sono editi da Lupo Editore.
Nel luglio 2012 ho ricevuto il Premio Nazionale Vrani per la Cultura.

Utenti online